/, Blog, Urbex/La fine della discoteca J&J

La fine della discoteca J&J

By | 2018-08-19T20:41:40+00:00 19 agosto 2018|Attualità, Blog, Urbex|0 Comments

Eccoci in quella che un tempo fu una delle mete romagnole più gettonate delle serate danzanti. Una delle più grandi discoteche, nata negli anni ’70 grazie a Ivo Monterastelli, storico imprenditore dei Lidi comacchiesi scomparso nel dicembre 2017.

Nel 1974 Monterastelli apre il dancing La Fattoria a Lido degli Scacchi, con annesso pizzeria-ristorante e la Discoteca J & J che riprende le iniziali dei figli Jenny e Jimmy. Il suo genio imprenditoriale ha fortemente contribuito alla storia delle balere e della movida comacchiese, cogliendo le tendenze musicali dal liscio alla trance progressive ospitando dj del calibro di Parrini, Killer Faber e Dave Davil. Seguendo le mode del momento lasciò spazio alla musica afro, a quella anni ’80 presso il Pala J, dicoteca all’aperto realizzata di fronte al ristorante-dancing e in cui si tennero vari concerti tra cui Pooh e Jovanotti.

La Fattoria era invece luogo di incontro per appassionati di go kart e non solo: ospiti come Giancarlo Fisichella, Alessandro Zanardi, Nico Rosberg ed Hamilton riempivano le sale da ballo da 7000 posti e i ristoranti con oltre 1000 coperti.

Dal 2011 il repentino e inesorabile declino. La fine di un era, quella delle discoteche, ha trascinato nell’oblio luoghi che sono andati via via a deteriorarsi, come a dissolversi nel nulla. Restano i ricordi di sale gremite e affollate, di colori, musica e risate. Le si sente quasi eccheggiare, ancora una volta, volteggiando in un silenzio assordante.

 

Seguimi su Facebook Elisa Barbari

Seguimi su Instagram

Fonti e approfondimenti

Credit Photo Anonymous Urbex

Elisa Barbari | Blog Bologna | © 2018 – Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione

 

Leave A Comment